Per forza sottomesso (1)

Quel giorno di alcuni anni fa i miei stavano partendo per il week-end lasciando a casa me e mia sorella da soli. Accadeva spesso e come sempre ci veniva lasciata una lista di cose da fare mentre loro erano fuori. Mamma: "mi raccomando, pulite il bagno, i balconi, la stanza da pranzo e soprattutto non fatemi trovare la casa sottosopra.Pulite tutto ciò che sporcate". Queste le raccomandazioni di mia madre alle quali eravamo abituati. Come spesso accade ci dividiamo i compiti io e mia sorella Ilaria, e dopo aver preparato il pranzo e mangiato iniziamo a discutere su chi deve fare cosa. Ilaria: "Se non ti spiace vorrei avere la serata libera, esco con un ragazzo stasera. Facciamo che stasera resti a casa e fai che quel puoi e poi domani finisco io tutti i lavori. Dai fratellino, ti prego". Io: "Va bene Ily, ma promettimi di non tornare tardi, lo sai che sono geloso della mia sorellina" Ilaria: "Grazie mille e non ti preoccupare, non gliela do mica al primo appuntamento... forse, ahah"

Il pomeriggio lo trascorsi guardando la tv e curiosando sui preparativi di mia sorella. Dovete sapere che Ilaria è una ragazza molto carina e quando si prepara riesce ad essere molto sexy. Quel giorno non fu da meno, con i suoi capelli mossi, il visino da angelo con poco trucco, una maglietta lunga un po' scollata che le arrivava sotto il sedere e i sandali con un tacco medio alto che le slanciavano le gambe. Era proprio bella. Le feci i complimenti dicendole che se non fossi il fratello le sarei saltato addosso e lei ridendo disse che se era così l'abbigliamento era adatto alla serata.

Ilaria uscì e rimasi da solo. Mi misi subito all'opera lavando per terra nel bagno. Ci misi poco, ma il mio pensiero era sempre rivolto a mia sorella. La immaginavo mentre si faceva toccare e baciare da un ragazzo vestita a quel modo e non potevo fare a meno di eccitarmi. Decisi di guardarmi un filmino porno su internet e sfogarmi un po'. Purtroppo dopo l'orgasmo noi uomini abbiamo sempre una fase di abbattimento e mi addormentai ancora nudo sul letto nella stanza di mia sorella. Fui svegliato da Ilaria dopo alcune ore. Era arrabbiatissima, rossa in volto e anche visibilmente ubriaca.

Ilaria: "Ma cosa cazzo fai? non dovevi fare i lavori di casa stasera? ho controllato, non hai fatto praticamente nulla, anche i piatti sono ancora sporchi in cucina. E poi ti sembra questo il modo di farsi trovare dalla propria sorella? Sei un porco".

Con mia sorpresa, prese a schiaffeggiarmi e io non opposi la minima resistenza. Ilaria: "Sei una nullità, meriteresti proprio che ti prendessi a schiaffi tutta la notte, a te e a questo cosetto che hai tra le gambe. Alzati subito pisellina e chiedimi scusa"

Sì, mi aveva proprio chiamato pisellina e la cosa mi aveva eccitato alquanto. Dovete sapere che da tempo fantasticavo su mia sorella, ma complice un forte senso di inferiorità nei suoi confronti mi trovavo sempre a pensare di esserle sottomesso e quello che stava accadendo superava ogni mio sogno. Mi alzai dal letto ancora nudo e le chiesi scusa per essermi fatto trovare a quel modo, che non era mia intenzione e che avrei fatto tutti i lavori di casa da solo per farmi perdonare. Dopo averle chiesto scusa mi chinai a prendere i miei boxer per rivestirmi, ma Ilaria mi fermò.

Ilaria: "Eh no pisellina bella,non te la cavi con così poco. Non vestirti ancora." Si sfilò velocemente il perizoma che indossava e me lo porse. Ilaria: "metti questo, è più adatto ad una checca come te"

Senza obiettare misi il perizoma di mia sorella. Mi sentivo in imbarazzo come non mai e le sue risate facevano ancora più male.

Ilaria: "Brava la mia pisellina. Ora finisci di pulire il bagno mentre io vado a letto e stanotte dormi solo con il mio perizoma addosso. Domattina voglio vederti così e farmi una bella risata appena sveglia. Buonanotte pisellina".

Augurandole buonanotte mi avviai verso il bagno e continuai a fare i lavori domestici vestito a quel modo. Ilaria dormiva e io ripensavo a quanto accaduto. Ero eccitatissimo, nonostante il mio pene, a causa dell'imbarazzo non dava segni di vita. Dopo un'oretta circa entrai nella stanza di Ilaria dove dormivo anche io e senza fare rumore mi addormentai sul mio letto con il solo perizoma a vestirmi.

Per forza sottomesso 2