Mia moglie in mostra

Leggi in in 3 min.
mer 20 novembre 2019
Inviato da: MLis

Fino da quando eravamo fidanzati avevo notato in Giulia una strana propensione a mostrare le proprie grazie in ogni occasione, a me non dispiaceva perche' ho sempre avuto una vena di esibizionismo nel mio carattere e quindi la lasciavo fare.
Non perdeva occasione di indossare vestitini con ampi spacchi sui lati o nel centro della gonna e quandosi sedeva lasciava che le sue belle e lunghe cosce si scoprissero abbondantemente, gli sguardi dei presenti si soffermavano su tutto quel bendiddio esposto e allora lei muovendosi ad arte faceva in modo di mostrarsi ancora di piu'.
Se andava ad acquistare degli abiti lasciava sempre la tendina del camerino aperta quel tanto che bastava per fare in modo che gli uomini presenti in negozio potessero vederla nuda all'interno.
Eravamo gia' sposati, quando a causa di un problema di salute ebbe necessita' di fare una cura a base di iniezioni, in effetti io non sapevo fargliele ed allora lei ebbe l'idea di rivolgersi ad un nostro vicino di casa al quale sapevamo quando c'era necessita' anche altri erano soliti rivolgersi.
Il signor Giovanni, questo era il suo nome, accetto' di farle queste iniezioni e come concordato la sera stessa venne a casa nostra per eseguire la prima dela scatola.
Per la prima volta Giulia volle essere abbastanza pudica, per far sembrare come poi in effetti accadeva sempre, che le sue esibizioni fossero casuali e non appositamente volute.
all'arrivo del signor Giovanni, che era un uomo ormai attorno alla settantina ma ancora giovanile ed in ottima forma, lo facemmo accomodare in camera da letto e lei appena la siringa fu pronta si sollevo' la gonna e si abbasso' le mutandine e si distese sul letto. Il tutto fu naturale e necessario per cio' che stavano facendo ma resta il fatto che mia moglie era con il culo e le cosce completamente scoperte davanti a Giovanni, il quale seppur senza darlo a vedere sembrava molto interessato allo spettacolo.
la volta successiva vole spingersi un pochino piu' oltre, ripetette gli stessi movimenti ma solo dopo essersi adagiata sul letto casualmente si accorse che non c'era pronto del cotone per disinfettare e massaggiare la pelle prima e dopo l'iniezione, allora lei si rialzo' con la gonna arrotolata sulla pancia e le mutandine al ginocchio ed ando a prendere il cotone nel cassetto, facendo cosi in modo di passeggiare tutta nuda davanti a Giovanni mostrandogli anche la passera.
Ma fu una delle volte seguenti che realizzo' il capolavoro, all'arrivo di Giovanni lei appositamente era ancora in bagno a farsi la doccia, accolsi io il nostro amico e la chiamai facendo finta di essere sorpeso quando mi rispose di essere sotto la doccia.
Abbia pazienza signor Giovanni gli dissi, sa come sono le donne, non sono mai pronte.
Dopo pochi istanti lei usci dal bagno coperta solo da un piccolo asciugamano, e rivolgendosi a Giovanni gli disse : Giovanni scusi ma non mi ero accorta che era gia' l'ora dell'iniezione, vuol dire che la facciamo subito a poi torno a finire la doccia, tanto lei non si scandalizza vero ? Ormai e' abituato a vedermi mezza nuda e un po' di piu' o un po' di meno fara' poca differenza, dicendo cosi lascio cadere sul letto l'asciugamano e completamente nuda e gocciolante si fece ammirare in tutta la sua bellezza, vidi il signor giovanni deglutire e diventare rosso in viso, ma preparo' ugualmente con cura l'iniezione e mi parve che pero' quel giorno impiegasse piu' tempo del solito a farla.