English Version
Version Française
Version en Español
Deutsche Version Japanese Version
Versão Portuguesa
   

 MENU
 
Homepage
Racconta i sogni
Dreams Journal
Sogni Interpretati
Il Grande Fratello
Sogni Illustrati
Interviste
E_mail
 
 
?" target="_blank">?" width="120" height="60" border=0>

 CERCA SU DREAMS  
 
Cerca le seguenti parole: nella categoria

 
 
  SESSO
 

29 Giu 2002

I piedi di mia zia

Dovevo andare a casa di mio cugino per delle ripetizioni di metematica, ma quando arrivo la' ce' solo mi zia, che mi dice che mio cugino sarebbe arrivato fra un'oretta, di aspettarlo li'.
Entrai e notai che mia zia aveva le ciabatte aperte e questo mi permetteva di vedere i suoi splendidi piedi, che ho sempre sognato di leccare.
Ci sediamo sul divano e lei mi porta del caffe', lo beviamo assieme sul divano, poi lei mi dice: "mi faresti un massaggio ai piedi, mi fanno un po' male".
Io accetto subito, avevo l'occasione di toccare quei piedi divini, si sdraio' sul divano ed appoggio' i suoi piedini sulle mie gambe.
Aveva la minigonna e le gambe aperte, notai con stupore che era senza mutande, cosi' il contatto con i suoi piedi e la vista della sua figa pelosa, mi fece eccitare un casino.
Il mio cazzo incomincio' ad indurirsi e mia zia se ne accorse subito, cosi' disse: "Fammi tutto quello che vuoi, sono tutta tua".
Io a quelle parole impazzisco e incomincio a leccare quei piedi che per me sono fatati.
Gli succhio tutte le dita, poi gli lecco tutta le pianta del piede e poi anche il tallone, passo la lingua in mezzo alle dita, poi faccio lo stesso per l'altro piede.
Hanno un gusto ed un odore buonissimo.
A quel punto lei mi sbottona i miei pantaloni e mi tira fuori il cazzo che ormai e' diventato di pietra, prima lo sega un po', poi incomincia a leccarmi le palle per poi risalire fino alla cappella, mi spara un pomino da favola e in 5 minuti gli vengo in bocca e lei beve tutto.
Allora la spoglio e gli lecco le sue tettone (portera' una 4) gli succhio i capezzzoli turgidi, poi gli lecco di nuovo un po' i suoi piedi sudati ed infine la faccio venire leccandogli la sua figa pelosa e gustosa, dopo poco mi viene in bocca e io lecco tutto.
Ma non e' contenta, lo vuole tutto dentro alla figa, cosi' la metto a 90 e incomincio a penetrarla nella figa, poi lo tiro fuori e glilo metto in culo, non gli fa' male perche' e' gia' stata sfondata da suo marito, sento che sto' per venire cosi' lo tiro fuori dal culo e gli sborro tutto nella vagina calda.
Lascio il cazzo li' dentro per circa un minuto, poi lei mi dice che vuole piscarmi in bocca, io all'inizio sono un po' titubante, poi mi faccio convincere da quella porca.
Mi metto seduto sotto la sua figa, e lei in piedi sopra di me incomincia a pisciarmi in faccia, poi io allargo la bocca e mi bevo tutta quella pioggia dorata: e' buonissima!
Quando ha finito vede che mi sono eccitato di nuovo, cosi incomincia a masturbarmi con i suoi piedi, e' una sensazione bellissima, continua poi il lavoro con la bocca e finisce con il farmi una spagnola da paura.
In men che non si dica gli sborro fra le tette, in faccia, in bocca e anche fra i capelli!
Ci riposiamo un po', poi arriva mio cugino e io faccio ripetizioni con lui. Decido di fermarmi a cena, e durante il pasto mia zia continua a farmi piedino e a toccarmi il cazzo con i suoi fantastici piedi.
Poco prima di andar via, io vado in bagno e lei mi segue e si chiude dentro con me, mi dice che deve pisciare, cosi' io apro la bocca e mi bevo tutto quel liquido caldo che scende dalla sua figa pelosa, che ripulisco per bene.
Decido pero' di dissetarla anche io cosi' mi faccio sparare una segona e in pochi minuti gli sborro tutto in bocca, lei e' dissetata e contenta e io sono sfinito ma molto felice.
Prima di uscire dal bagno ci diciamo che lo rifaremo presto, cosi' prendo subito un'altro appuntamento con mio cugino per fare "ripetizioni".

ANONIMO, M

 
REGISTRATI
 
-COMING SOON-
Entra a far parte del grande Club di Dreams e avrai accesso a tutta una serie di servizi e privilegi riservati solo ai soci.
Clicca sul pulsante qui sotto per vedere come funziona.

 
 
 
 
 
CERCA SUL WEB
 
 

Privacy © Edi On Web